. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

venerdì 21 gennaio 2011

LIVE (WITHOUT THINKING)

Il mondo è sempre lo stesso, ma cambia la nostra percezione.
La prospettiva da cui lo si guarda determina non solo i nostri umori, ma anche i nostri successi ed insuccessi.
La luce o l’ombra di cui rivestiamo le nostre vite, non solo attribuiranno i colori e le sfumature alle nostre sensazioni, ma determineranno anche la conseguenza delle nostre decisioni e delle nostre azioni.
Solo che nel nostro rincorrerci non riusciamo più a mettere a fuoco le cose più semplici, e diventiamo facile preda dei condizionamenti di chi sa come “costruire” il nostro mondo per i propri scopi; è una catena di montaggio, e molti conoscono bene il meccanismo, a tal punto da “governare” la vita altrui.
La schiavitù subisce la metamorfosi dei secoli. Da quella fisica e rudimentale, a quella mentale e sofisticata, sottile, subdola.

Ogni “livello” è precostituito e studiato.

Ma questa è follia. E’ folle pensare ad un mondo governato dai grandi burattinai.

La libertà è consapevolezza.

Non stancarti di “conoscere”. E desidera di “desiderare".

15 commenti:

Angelo azzurro ha detto...

Purtroppo è un grave rischio quello di essere governati da burattinai. Più vicino di quel che si creda se guardiamo anche "solo" alla situazione politica di casa nostra. Resistenza è la parola in risposta.

la stanza in fondo agli occhi ha detto...

Non credo ci sia proprio un complotto mondiale per governare il mondo, credo anzi che certe gabbie mentali create per gli altri poi finiscano per ingabbiare pure i creatori, una specie di contrappasso

Baol ha detto...

Amico mio spero che le cose ti vadano bene, latiti molto ma spero sia per cose belle...

Anonimo ha detto...

"Il mito della caverna di Platone"
Luci e ombre.
Bisogna imparare ad essere flessibili ed adattabili, imparare sempre a chiedersi il perchè su ogni evento, essere indipendenti dalla massa, ecco che si vivrà in modo più "intelligente".
Molto interessante questo argomento.
Un caro saluto.
Rossella

Vanessa ha detto...

Mi piace il tuo blog! Pieno di spunti interessanti...

Vanessa
vanessa78.splinder.com

Blindsight ha detto...

forse è un problema che riguarda la visione: io ad esempio da quando non vedo più niente ho cambiato ovviamente le modalità di percezione della realtà e, già ero libera prima, figurati ora.
forse per essere liberi bisogna abbandonare l'immagine?
ciao, un caro saluto, laura

amaryllisa ha detto...

grazie, maurizio...

iLooney ha detto...

Secondo alcuni autorevoli testi di tecnica Aeronautica, il calabrone
non può volare, a causa della forma e del peso del proprio corpo in
rapporto alla superficie alare. Ma il calabrone non lo sa e perciò
continua a volare.Igor Sikorsky


fonte:http://it.wikipedia.org/wiki/Igor%27_Ivanovi%C4%8D_Sikorskij

Gianna ha detto...

Ciao, tutto bene?
Ti ricordi di me?

giogiò ha detto...

....ciao tornare a leggerti è sempre bellissimo...bel ferragosto a te....namaste al tuo cuore e alla tua anima ciao giogiò

kyra ha detto...

io ci sono, desidero, sogno e non mi adeguo.. non seguo la semplicità mentale degli yesman e a volte, pure sognare diventa un'atto eroico, ma mai mollare.

lasettimaonda ha detto...

Ricordo il testo di una nota canzone che ad un certo punto recitava:".....living is easy with eyes closed..." ed in troppi ne hanno fatto la filosofia di vita. Che paura.......qualunque e chiunque sia il mostro, lo voglio guardare dritto negli occhi!
Ciao!Syl

Anonimo ha detto...

TORNA...TORNA A SCRIVERE, DAI!

Frida ha detto...

Non mollare questo blog, batti un colpo...ciao

Alessandra ha detto...

ogni tanto torno....