. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

lunedì 4 gennaio 2010

DENTRO L'ANIMA....

.

.

33 commenti:

Angelo azzurro ha detto...

Non faccio parte della categoria dei fortunati, purtroppo...

Maria Chiara ha detto...

grazie dottò, queste parole mi hanno fatto pensare e rendermi conto di essere fortunata, in questo senso!
stammi bene...

SussurroDiFata ha detto...

Sono tue?


...senza parole...

Caro Doc, per una volta, mi hai lasciata davvero senza parole :(

LaProf

Wilma ha detto...

Condivido...E non dico di più.

Anonimo ha detto...

A dispetto del mondo, per capire il mondo e l'amore, per trovare risposte che mai si pensano di trovare, perchè è il senso di vivere, perchè noi siamo mortali, ma l'amore no, è immortale, rimane e alle volte germoglia, crea frutti.
Un abbraccio Dottore.
Rossella

la signora in rosso ha detto...

belle parole...ma quanti amori esistono? e un amore non corrisposto ha ragione di esistere?

frufrupina ha detto...

IL vero amore è quello che ti fà sentire il cuore a mille...brividi e sensazioni vere...in un bacio...una carezza...e mentre fai l'amore.Sono pochi quelli che amano davvero e con il cuore...percepire l'essenza non è da tutti ormai...il romanticismo,la delicateza di un vero bacio,una vera carezza...dove sono finiti?è bello quando si è veramente innamorati..ma non a parole...con l'anima e il cuore...provi delle sensazioni molto forti...brividi che ti spacano le tempie e ti tolgono il respiro...amare senza illusioni ma...amare e lasciarsi amare...sempre.Bellissimo questo scritto...ho provato una sensazione nel leggerlo credimi.Sei una bella persona,animo puro e buono.Ti auguro tutto il bene che meriti.Dolce notte.

enne ha detto...

Ecco qual è stato il mio sbaglio.
Un mero problema di percezione.

Vania e Paolo ha detto...

Ciao Maurizio...ti leggo ...dà poco ore ho ricevuto una notizia terribile...
una notizia che mi sembra di averla letta pochi giorni fà...le "cose" della vita..girano come un cerchio...nella mia vita sempre dei "segnali"...il marito di una mia "amica " è morto e lascia 2 figlie una dell'età di Valentina 4 anni e una di due....mi dirai cosa centra...ma... secondo me si...prendere tutto ciò che comporta il rischio di amare...perchè ogni " lasciata " è persa...ma il ricordo dell'Amore...resta...Amare...in qualsiasi caso...anche se provoca dolore...immagazzinarlo..per i momenti di "solitudine".
Affettuosamente Vania

Marisa ha detto...

Ma se chi dà sei soltanto tu e non solo percepisci il nulla dall'altra parte ma ti senti respinto in ogni manifestazione d'amore o slancio, cosa poi si raccoglie per strada?
Solo i cocci della nostra anima.
Non sono convinta che ci siano amori che vale la pena di vivere perchè gia parlando al plurale si presuppone la fine di ogni singolo e una raccolta variegata di tipologie. Del tipo le grandi abbuffate natalizie, in quei giorni si è stramangiato, bene per giunta, e poi si fa l'indigestione, infine si digerisce e passano le feste.
No, l'amore è amore quando viene corrisposto e rimane per sempre anche se col tempo cambia i suoi connotati ma se si è perso per strada non è più amore ma passione che sfiorisce.

SussurroDiFata ha detto...

...beh...e allora???
E dunque???
E quindi??

...uff...


LaProf (pronta a salire sulla scopa! ^_*)

amaryllisa ha detto...

credo che ci voglia molta maturità per vivere così un amore, come scrivi tu...molto più spesso, invece, un amore si presenta sotto forma di passione improvvisa, gratificante, e si tende ad amare l'altro per le sensazioni che ci dà, non per quello che è. che poi magari le sensazioni sono tutte nostre, e dell'altro c'è ben poco..forse per questo molti amori naufragano, perchè ci si concemtra su questi aspetti piuttosto che su quello che hai scritto tu. insomma, si dovrebbe andare incontro ad un altro, invece spesso si "usa" l'altro, anche se inconsapevolmente, come specchio di noi stessi, dei propri desideri, dei propri timori. spero di crescere in questo senso, che ne ho bisogno, davvero!

Silvia... ha detto...

oh, si, assolutamente si, perdutamente sì, è così !

Anonimo ha detto...

Questo Amore presuppone condivisione "in toto" e sincerità.
Ma ne siamo capaci? Strada facendo ci perdiamo...e come dice una vecchia canzone:"chi meno Ama è il più forte si sa...". Saluti. Vale.

Anonimo ha detto...

Condivido ogni parola..ho amato, ho sofferto, ma rifareiquasi tutto così come l'ho fatto.

Maurizio, grazie per gli auguri di capodanno..ora mi trovi su www.viaggionelmiotempo.blogspot.comè un pò che ci sono, ma solo ora il blog l'ho reso visibile, dovevo far perdere le mie tracce...Nikita

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
cristina ha detto...

ecco, sì!
il mio concetto d'amore.
pari pari.
ciò che conta è che IO lo viva così? giusto?
a prescindere...

;)

frufrupina ha detto...

Ciao falco...ti aguro con tutto il cuore un anno nuovo di amore e felicità...un abbraccio sincero.Dolce serata.

MAURIZIO ha detto...

* Angelo Azzurro: nessuno è escluso. Anche se non ci sei ancora passata, non è detto che non ti tocchi. :-)

* Maria Chiara: mi fa piacere sapere che non sono solo parole che si perdono del web. :-)

* SussurroDiFata: ogni tanto, soprattutto quando sono al "culmine" della "follia", butto giù pensieri. Prima fissavo ogni pensiero, anche il più delirante, disegnando. Ora è un pò che non lo faccio, e quindi vi dovete sorbire i miei "sfoghi" emotivi "scritti". Dici che è grave? :-)
Un abbraccio

* Wilma: deve preoccuparmi il tuo "non dire di più"? :-o? :-)

MAURIZIO ha detto...

* Anonima Rossella: si, siamo mortali. Ma solo in parte.

* La Signora in Rosso: non so se un amore non corrisposto ha ragione di esistere. Il punto è che "esistono" anche questi amori. Appuntando questi pensieri, personalmente ho ripescato qualcosa che ho vissuto, e che è stato corrisposto. In genere un amore che "arriva fino all'anima" è sempre un amore corrisposto. Che resiste al tempo. Proprio perchè è capace di non "perdere pezzi" strada facendo, o, forse, perchè è capace di "ritrovare" pezzi che si credevano perduti. Un amore che finisce, comunque, se non è stato solo "distruttivo" può essere ricordato conme una "parte" importante di noi. Ciascuno, poi, avrebbe interi capitoli da scrivere sull'argomento.
Un abbraccio

* Frufrupina: Giusy, credo che lasciarsi "travolgere" da una passione sia qualcosa che tutti dovrebbero vivere. La passione unita ad un sentimento "profondo" e "vero", può far vivere quello che molti definirebbero "oblio" (in senso positivo). Forse è una condizione rara. O forse spesso siamo troppo "razionali". Chi lo sà. Grazie delle tue parole. Un bacio

* Enne: può darsi. E' stato spesso anche il mio sbaglio. Ma non "sempre".

MAURIZIO ha detto...

* Vania: sono situazioni che, anche quando non ti toccano personalmente, inevitabilmente ti spingono a "fermarti" a considerare o riconsiderare molti aspetti della vita. Anche se non ce ne rendiamo conto, col tempo e con la "consapevolezza" che ci viene dall'esperienza, anche quella che deriva dall'incontro con la "morte", modifichiamo il nostro modo di affrontare anche le piccole cose quotidiane... che poi sono le fondamenta anche delle cose più importanti che riusciremo a costruire nella vita.

* Marisa: le difficoltà che ci sono in un rapporto non derivano solo dalla mancanza di un "ritorno" in termini affettivi. Ci sono rapporti burrascosi perchè nascono come rapporti "extra-istituzionali" ad esempio. Ci sono rapporti che portano dolore perchè vengono osteggiati dall'esterno (accade anche questo). Ci sono rapporti che "soffrono" all'inizio perchè li si "sottovaluta", tarpando loro le ali, o li si "sopravvaluta" bruciandoli. Insomma ci sono mille situazioni che possono portare difficoltà e dolore in un rapporto d'amore. Ma c'è anche e soprattutto il sentimento, che se è vero e corrisposto, può sopravvivere, a volte anche se il rapporto finisce o si interrompe. Ma non è una regola, così come in genere non esistono "leggi" in amore (Marco Ferradini dixit). :-)

* Amaryllisa: è un "crescendo" di emozioni e sentimenti, che nascono sicuramente dalla passione, che è l'elemento "scatenante" dell'attrazione e del coinvolgimento "fisico" ed "emotivo". E' vero, all'inizio si cerca uno "specchio", che più che rifletterci, ci rassicuri facendoci sentire "accettati" ed "appagati". E spesso si diventa "compiacenti" anche se l'altro non è proprio la massima espressione dei nostri "ideali" affettivi o fisici. E magari noi lo vediamo non per ciò che "è", ma per ciò che noi "ci saremmo aspettati che fosse". Magari perchè in quel momento ci serve. O magari perchè ci piace quel tanto che basta per farci "sognare". Per questo non tutti gli amori arrivano all'ANIMA.

* Silvia: appero!!!! Allora... sintonizziamoci :-)

MAURIZIO ha detto...

* Vale: vedo che anche tu sei una "cultrice" di Marco Ferradini. Sincerità e condivisione.... vero. Ma spesso si mente anche per "paura" di perdere l'altro. La sincerità spesso nasce dalla "complicità" e dalla "fiducia", che si riescono a "costruire" nel tempo.

* Nikita: mi fa piacere averti "ritrovata". Si, alla fine anche io rifarei la maggior parte delle cose. Magari evitando quelle che ho fatto per puro masochismo.
Un abbraccio

* Cristina:... grazie per essere passata da qui... prima che il responsabile della S.I.L.V.I.O. ti contattasse :-)
Alla fine ciò che importa è che quello che viviamo "aggiunga" qualcosa e non "distrugga".
A presto :-)

enne ha detto...

No, infatti: peccato che io abbia sempre toppato quando non era davvero il caso.
Sogni d'oro, Maurì: stanotte nemmeno lo xanax ne vuole sapere...

Aglaia ha detto...

E' il tipo di amore che sto vivendo e che mi rende felice,nonostante le mille difficoltà ,come giustamente dici...

per le flebo...ho risposto da me!;-))
Un abbraccio.

Pupottina ha detto...

wow! quesato post è favoloso!!!
sono senza parole ....

sì, ovviamente la Befana del mio post è la mi a controfigura nelle scene di azione ;-)

ciao
buon weekend

^_______________^

SussurroDiFata ha detto...

Oh Doc, grave? Assolutamente no...ho sempre pensato che la scrittura abbia un potere profondamente catartico...quindi...ben venga!! ^_^

In verità credo che ogni forma d'arte lo abbia...disegno, musica, scultura, teatro...
E allora...scrivi e scrivi :)
Noi leggiamo e, se non ti spiace, commentiamo! ^_*

LaProf

Alessandra ha detto...

bello. difficile, ma bello sì.
:-)
Ale.

MAURIZIO ha detto...

* enne: mai dire mai. Comunque se lo xanax non funziona, leggiti le cazzate che scrivo io ogni tanto, possono avere lo stesso effetto dirompente di alcune droghe allucinogene.

* Aglaia: ho letto la risposta... in effetti l'aranciata si "intona" più degli smarties con le flebo:-)

* Pupottina: ah si? Quindi saresti tu "stilizzata"? Beh allora... se ne può parlare?

* SussurroDiFata: di questi tempi la catarsi va via come il pane.... :-)
Nel mio caso è prevalentemente onirica.... forse come tentativo di "esorcizzare" alcuni lati della realtà.
Beh allora, se posso scrivere, vi chiedo di sopportarmi e, se non vi crea eccessivi "scompensi", anche di commentarmi :-)
Un abbraccio

* Alessandra: si, facilissimo non è. :-)

Nicole ha detto...

amare a prescindere...meglio del limbo sicuramente.

SussurroDiFata ha detto...

Nessuno scompenso...per il momento almeno ;)))

Io non ho catarsi onirica, 'nnaggia!!! Di solito, quando (e se) dormo, ho incubi pazzeschi in cui lotto/combatto con 1/2 mondo!!! XD

Decisamente tutto ciò non mi aiuta :)))

...vabbè, ognuno "c'ha la catarsi sua"!!! ;ppp

LaProf

Zelda ha detto...

questo post mi fa riflettere molto.Ritengo di esesre molto carente nelle relazioni d'amore.ma non dispero di imparare.

MAURIZIO ha detto...

* Nicole: non lo so sinceramente. Non ho molta dimistichezza con i balli latino americani...

* SussurroDiFata: ciascuno ha la catarsi che si merita. A me m'hanno rifilato quella onirica. L'avevano messa a saldi... (Prof non corregga gli errori por favor... sono delle "licenze poetiche").

* Zelda: e chi non ha da imparare in questo campo?