. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

mercoledì 20 gennaio 2010

INCONTINENZA CAZZARA

.
Siamo alle solite…. mi scappa…. mi scappa un’altra cazzata.

Ultimamente mi riscopro “incontinente”. Le cazzate si moltiplicano, incontrollabili…. Le ritrovo là belle e confezionate nella testa, e, come se non bastasse, me le offre anche il mio prossimo, anche il prossimo che incontro casualmente per strada o sul lavoro, pronte all’uso ed all’abuso. Si fanno spazio a gomitate tra i pensieri più o meno normali (quei pochi che ancora resistono stoicamente al decadimento della ragione), e poi vengono fuori in modo del tutto “fluido” e naturale, certe di non incontrare alcuna resistenza sul proprio cammino. Ho sempre affermato che l’autoironia è l’arma migliore per esorcizzare le paure quotidiane e lo stress emotivo in generale, ma ultimamente sto davvero esagerando.

Comunque, durante uno dei tanti pasti frugali ritagliati nella pausa pranzo, ho involontariamente assistito ad una conversazione che ha dato il colpo di grazia al mio già precario equilibrio psichico. Il momento della pausa pranzo è notoriamente uno dei momenti più profiqui per fare OUTING, e la conferma è venuta proprio da questa involontaria (si fa per dire) “captazione” delle parole di due giovani donne sedute al tavolo accanto a quello dove io ed altri “sventurati” della pausa pranzo eravamo intenti a placare i morsi della fame ed a trascorrere l’ora d’aria tanto anelata soprattutto nell’era Brunetta.

Queste due donzelle parlavano animatamente e ridacchiando di qualcosa, alchè è stato spontaneo origliare (lo so che non si fa ma io l’ho fatto… mi volete ammazzà? E allora avanti… ammazzatemi).

Sono riuscito a tenere alta la mia attenzione sulla loro conversazione in misura sufficiente a capire che si parlava delle “prestazioni” di un esemplare di sesso maschile con una di loro. E tra una risata e l’altra, una esclamazione e l’altra, ho captato una parola: PUNTO G.

E allora, prendendo spunto da questo originale episodio, riflettevo su una cosa: ma chi l’ha inventato sto cacchio di PUNTO G? Da medico dovrei essere razionale e distaccato…. pronto ad una spiegazione scientifica che diradi ogni ombra di frustrazione e dubbio…. ma da maschio la domanda nasce spontanea.

Non bastano tutti i casini che uno ha già di suo nella vita? Ci voleva quel genialoide che ha tirato fuori dal cilindro l’esistenza di un “punto” preciso in cui convergono tutte le energie necessarie al raggiungimento del piacere femminile, l’apoteosi dei sensi, l’appagamento totale….

Ma non basterebbe riuscire a vivere serenamente un sano rapporto sessuale e basta? (che quando uno riesce a viverlo è già un miracolo)

No eh? Bisogna pure trovare il punto G.

Eccheccazzo.

E se uno nell’alfabeto sessuale deve ancora scoprire il punto A, come la mettiamo? Fino alla G ci sono 5 lettere… è na tragedia!!!!

E sono questi i momenti in cui un uomo potrebbe sentirsi anche del tutto analfabeta.

E mi chiedo: se uno decidesse di prendere lezioni private sull’argomento, cominciando dall’ABC, a chi dovrebbe rivolgersi? E, soprattutto, ammettendo di trovare l’insegnante ad hoc, come si configurerebbe il pagamento delle lezioni private impartite?

Onorevole Gelmini, anche questo potrebbe essere un problema di istruzione…. per favore, se legge questo post…. rifletta…. e mi dia lumi….

Ora vado…. Il Prozac mi aspetta
.

51 commenti:

Angelo azzurro ha detto...

hahahaha!!
Straordinario questo post...sai, mi sono fatta spesso anch'io la stessa domanda: ma chi mai l'ha inventato questo mitico punto G? Come se contasse solo quello...bah!Roba da far entrare in crisi mezza umanità!

Bruno ha detto...

moltissime volte mi piacerebbe essere una mosca e posarmi ad origliare i discorsi "intimi" fra due donzelle........deve essere una cosa stupefacente :-)

ahhhhh il punto G .... ho letto non molto tempo fa una battuta bellissima...nelle donne fai prima a trovare il punto S ..... che starebbe per SHOPPING

sospesanelviola ha detto...

il punto G? un mistero!!!da donna dico che voi uomini molto spesso sbagliate nel cercarlo!! ;-)e lascio immaginare cosa succede!
cmq a parte questo, credo che, almeno per te, non sia di fondamentale importanza!molto più importante invece avere un rapporto sano e sereno, come dici tu! a volte capita che i ragazzi non sappiano neanche l'abc di un normale rapporto sessuale, come noi ragazze del resto!perchè si sa non si nasce "imparate"(come si dice qui)!!poi del resto l'esperienza si fa nel campo...quindi non rivolgerti alla Gelmini, anche perchè lei con tutti i casini che fa, non credo abbia dei rapporti sani e sereni, anzi dei rapporti in genere!!!

Nikita ha detto...

Partendo dallo spunto che l'alfabeto s'impara dalla prima lettera.Essendo io una donzella che ha già raggiunto l'età del disincanto. Mi permetto di alfabetizzarti gratuitamente, accettanto in cambio, il piacere che mi offri ogni volta che leggo il tuo blog.(perchè si sa, per le donne il sesso è una questione di testa e anche la lettura può dare il suo piacere).
Lettera A, sta per Amplesso...non c'è nessun rapporto soddisfacente che si limiti ai preliminari. Ebbene si, cari uomini, anche noi puntiamo al sodo della questione.
Lettera B: baci. Baciare bene può farvi risparmiare un sacco di tempo e "impegno" dopo. Quindi non lesinate in baci che possono essere di tutti i tipi: dolci, sensuali, voraci. La cosa importante è che la vostra partner sia sempre soddisfatta di come la baciate.Se dice basta è meglio fermarsi o rischiate di non arrivare da nessuna parte o peggio di fare autogoal.
Lettra C. Carezze. La pelle parla e trasmette emozioni e sensazioni che vanno dritte dritte al sistema limbico fonte della vita, oh pardon, fonte del piacere...che potremmo considerare "vita". Quindi non sottovalutatelo mai. Fate carezze e chiedete di riceverne, ovunque, e non solo ..lì.
Lettera D: Dialogo. Parlate con le vostre compagne mentre siete vicino alle loro orecchie, sussurate cose dolci e sensuali, sussurrate cose che fuori dal talamo non le avreste mai detto e che solo lì, in quel momento intimo riuscite a dire. SE alla vostra compagna piace, sussurratele anche qualche simpatica porcheria...detta col tono giusto e nel momento giusto, suonerà come molto erotica. Ma attenzione, non a tutte piace, quindi prima di fare autogoal, cercate di conoscere i suoi gusti o al limite chiedetele se le piacerebbe che...se lei dice si, buttatevi. Sempre con moderazione !!!!! e accettate che lei ricambi con la stessa moneta, naturalmente.
Lettra E. Esperienza. L'età del disincanto porta con se anche l'esperienza e questo è uno dei regali che la vita mi ha dato in cambio di quello che si è presa (e non si è presa poco). L'esperienza migliora le cose, ma non tutti hanno la stessa. Misuratevi con l'esperienza della vostra compagna e accettatela senza commentare o dimostrarvi insoddisfatti o spaventati perchè ne sa più di voi. Ognuno sa quello che sa...
Lettera F. Felicità. Dimostratevi sempre grati alla vostra compagna per quello che vi ha dato. La riconoscenza (così rara in questi tempi ) è un'arma potente. Lega le persone più di ogni altra cosa. Un bacio, dolce e leggero di gratitudine, metterà il sigillo su un'amplesso che può essere stato quasi perfetto, trasformandolo in un momento perfetto.
Lettra G. Punto G: il nocciolo della questione! Noi donne siamo molto brave a mentire a letto. SE avete seguito l'alfabeto dalla A alla F , possiamo dirvi che avete trovato il nostro punto G ...anche se noi stesse non abbiamo la minima idea di dove sia...

Nikita

sospesanelviola ha detto...

errata corrige: volevo dire ALMENO PER ME, e non per te!scusa!

zefirina ha detto...

bè sicuramente l'on. Gelmini ha il punto G....nell'iniziale del suo cognome, altrove ne dubito, sembra così algida e oserei dire rigida e frigida, per il resto applaudo e condivido la lezione di nikita.

zefirina ha detto...

p.s. in una pausa durante l'assistenza ad un concorso un collega chiese a noi colleghe cosa ne pensassimo dei preliminari e quanto dovessero durare, una raccontò quest'anedotto:

quello che poi sarebbe diventato suo marito si dilungava in preliminari accompagnati da parole...parole...parole.... e allora lei che non ne poteva più gli ha intimato; zitto e scopa!!!

Marisa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

Nikita è un genio!
Suggerisco a tutti gli uomini d'imparare il suo commento a memoria. Le vostre compagne ve ne saranno grate e sapranno ricompensarvi adeguatamente.

Laura ha detto...

Bellissimo questo post ... me la sto ancora ridendo!!! E' da ZELIG!!!!

bacio

Vania e Paolo ha detto...

Devo fare la battuta????
Posso...???
Si...posso????...visto che mi sembra di essere in una commedia comica...:))
guarda che il Prozac...ha come controindicazioni... cambiamenti nell'appetito, del sonno, coordinazione mente/corpo, decremento del desiderio sessuale....e se non hai capito bene...riscrivo....decremento del desiderio sessuale...:))
Etichette:Cazzate

Per quanto riguarda...la consulenza...ma ...non me ne intendo...ma credo che G...stà...per Giusto...per ogni persona...cioè donna.
Ciao Vania

Maria Chiara ha detto...

1) non preoccuparti, anche io origlio quando ho persone a portata di orecchie, non ho i tappi di gomma e queste parlano di cose e a volumi normali per le quattro mura domestiche
2) ma che punto G e punto G, jè nà c*****a e basta, anzi, giorni fa sentivo alla radio che pare che non esista e, se esiste, non è misurabile in qualsivoglia maniera, come tempo fa qualcuno non so dove provò a fare
3) me fai morì, sei troppo forte! ;o)
4) non prendere troppo prozac, sennò noi come facciamo dopo?
5) baci

turistaitaliano ha detto...

Ciao
mi piace molto il tuo blog, sto mettendo su un blog di esperienze di viaggi in Italia. Che ne diresti di scrivere un post sul perchè gli italiani e gli stranieri dovrebbero visitare il luogo in cui vivi?
Puoi anche dare consigli su alloggi, case vacanze, hotel, ecc
fammi sapere, magari sul mio blog perchè sto contattando diversi blogger. Ovviamente ci sarà un link al tuo blog con il tuo nome ;-)

Grazie

AnnaGi ha detto...

uhggesù si fuori dai coppi tu!!!

sai che proprio giorni fa ascoltavo per radio la notizia che "sembrerebbe" che in realtà il punto G non esista?

cheppoi sencondo me non ha importanza scoprire dove sia (ammesso che esista) l'importante è... seguire le istruzioni alfabetiche di qualche commento più su

bye!!!

lasettimaonda ha detto...

Molto, molto, molto più semplice di ciò che si pensi.
Una sola condizione necessaria e sufficiente: passione, amore ed altruismo.
E quanti maschietti ne sono capaci?
Difficile se uno mira alla "botta e via", allora sì che devi essere un vero conoscitore del gentil sesso, altrimenti non serve la mappa, tipo navigatore satellitare del punto G, basta l'emozione, l'istinto. In caso contrario, nessuna pretende l'estasi del piacere......è solo una botta e via, un pò di piacevole ginnastica!
Il problema vero è che noi bambine, non siamo tutta meccanica, come voi bambini, abbiamo una testolina abbastanza complessa. E la usiamo.
La Gelmini????Orrore, fossi un maschio avrei paura solo di trovarmela di fronte, magari pure intenzionata...........baci!Syl

SussurroDiFata ha detto...

Ordunque...sul punto G quoto senz'altro Nikita...(anzi quasi quasi copio/incollo quello che ha scritto e lo conservo, mantenendo il copyright, ovviamente! ;)))

Piuttosto...vorrei far notare due espressioni e dico DUE...

"mi volete ammazzà?" e "è na tragedia"...espressioni tipicamente...romane!!

Me devo preoccupà?? ^_*

Baci
LaProf

P.S.: lassa perde la minEstra...che ha già fatto danni eh!!!

pasticcino ha detto...

ehehheheh ciao Maurizio,
simpaticissimo post e magnifico commento di Nikita che condivido appieno....
Ma davvero ti serve sapere dove sta il fatidico punto G?
Io sono convinta che se non ci pensi e vai d'istinto non puoi che avere successo!
Un abbraccio grande

Alessandra ha detto...

grazzzzzie per il tuo commento. giornata tosta e, pertanto, le tue parole son stata molto gradite.
Ale :-)

Aglaia ha detto...

;-D
non ho ben capito se le femminucce dicono che non è importante perchè si sono arrese alla "talpaggine" dei maschietti...o se è proprio vero che serve altro|!;-)))

ok ...t'avanza na dose de prozac?;-D

maria rosaria ha detto...

il commento di nikita mi pare più che esaustivo. troppo faticoso?
;-)

enne ha detto...

Mi permetto di concludere a modo mio il commento di Nikita.
E se, a coronamento di tutto quello che ha scritto, e che condivido, la G fosse quella di Grazie?

OT.
Doc, ti risulta che la pillola che cancella i ricordi negativi sia in via di sperimentazione, o è solo una boutade?

Nicole ha detto...

ti ho scritto una mail...grazie per i commenti.

Kylie ha detto...

Hai ragione! Ci fanno pensare di essere anormali se sto punto G non lo troviamo!

Baci

Nikka ha detto...

Maurizio .... ti adoro quandi scrivi "cazzate" che fa mi fanno sorridere :-)

Nikka ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Nikka ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Nikka ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Nikka ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Nikka ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Nikka ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Nikka ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Nikka ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Nikka ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Nikka ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Nikka ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
lella ha detto...

proprio ieri sera ho visto all'alba della una di notte in programma sulla 7 su questo argomento.
ahaahh che coincidenza!
Cmq non credo che la nostra onorevole Gelmini possa aiutarti: è in dolce attesa, si è appena sposata,ma non credo che sappia come funzionino certe cose....sarà forse stato lo Spirito Santo? E il suo caro maritino che coraggio ha avuto:sposare un esemplare raro come lei,genio della dis-istruzione,merita un oscar al coraggio!!!!!!!
E cmq la signora dovrebbe darci lumi su tante altre cose di cui noi restiamo perennamente in attesa :-(((
kiss
Lella

la signora in rosso ha detto...

a scuola da me, due ragazzi, elettronici, sostenevano d'aver inventato una macchinetta per trovare il punto G della donna e andavano in giro dicendo che volevano brevettarla per fare un sacco di soldi... altri creduloni, chiedevano informazioni per capire come funzionava... beh era il primo aprile... e ho detto tutto!

MAURIZIO ha detto...

* Angelo Azzurro: in effetti siamo un pò strani come esseri umani, a volte amiamo andarci a cercare i problemi anche quando non esistono :-)

* Bruno: le donne sono "diverse" da noi, sono più forti e decise, ma in certi frangenti sono uguali a noi. Anzi, se decidono di "demolire" un uomo, hanno armi molto più affilate delle nostre. Ma io non credo che potremmo mai fare a meno di loro. Una donna è "il profumo" della vita di un uomo.

* Sospesanelviola: una delle esperienze migliori ed appaganti è quella di "scoprire" assieme alla persona che si ama ogni "gioco" dell'amore. Se si riesce a viverlo così, non esiste passato, è come cominciare da zero per entrambi.

* Nikita: è eccezionale questo tuo commento. Non lo scrivo tanto per... è davvero il riassunto di qualcosa che fa apparire l'argomento "bello" e "piacevole", così come dovrebbe essere vissuto. Potrei dirti che se sei capace di vivere così l'amore, sei una donna speciale. Ma credo che tu lo sappia già. Il mio augurio è che tu possa realizzarlo con una persona in grado di apprezzare ciò che sei.
Un abbraccio

MAURIZIO ha detto...

* Zefirina: l'onorevole Gelmini è uno degli "ingranaggi" di un sistema più complesso. Magari l'hanno "costruita" così.
Sono d'accordo con te... il romanticismo ha il suo tempo. Così come anche il "sesso" inteso come appagamento dei sensi. Ma c'è un equilibrio, e quando lo si riesce a scoprire, è il "vero" piacere.
:-)

* Marisa: ammettere che non c'è nulla di male nel piacere "vero", "pulito" del sesso, azzererebbe il "potere" dei "sensi di colpa" su cui non solo la Chiesa, ma molte altre forme di potere hanno fondato la loro supremazia. Fa comodo a molti demonizzare le cose più semplici e nascondere gli abomini più grandi della pseudo-umanità che popola questo mondo. :-)

* Jane: Nikita è una "bella" donna. Nel senso più completo del termine. Se ciò che scrive rispecchia ciò che è, anche molte donne dovrebbero fare tesoro delle sue parole. E tu come sei? ;-p

* Laura: grazie, in effetti l'avevo mandato a Bisio, ma me l'hanno censurato.... mi hanno detto che è volgare, perchè ho usatro il termine Gelmini... Mah

MAURIZIO ha detto...

* Vania: ora che mi ci fai pensare le controindicazioni del Prozac io le ho anche senza assumerlo... Tremenda sta cosa!!!
In effetti, se il punto G sta per "giusto", ne abbiamo sia noi maschietti che voi femminucce, più d'uno. :-)

* Maria Chiara: il tuo "elenco" meriterebbe un abbraccio in diretta.
P.S.: Origliare mica è una cosa brutta. Fa parte della socializzazione "passiva" :-)

* Turistaitaliano: son contento che ti piaccia il mio blog. Quanti copia incolla hai fatto oggi?

* AnnaGi: e te ne accorgi solo ora che sono fuori di brocca?
Bacio

MAURIZIO ha detto...

* Lasettimaonda: Syl, la vostra "testolina" è molto interessante quando noi maschietti riusciamo a intravederne il meccanismo. Devo dire che sapete rendere il sesso qualcosa di davvero speciale. Molte donne ci riescono. Ma anche tra voi ci sono quelle con meccanismi "standard". Dipende molto, come dici tu, dal grado di "intesa" che c'è. Comunque in tempo di carestia anche un pò di sana ginnastica non sarebbe malaccio!!!
Scherzo... essù che scherzo!!!
(il bello è che mentre scrivo mi rendo conto delle cazzate che sto scrivendo, eppure continuo a scrivere...)

* SussurroDiFata: Roma e la sua filosofia di vita appartengono ad una dimensione che va al di la delle mie origini. Mi sento molto romano per molti aspetti. Per cui se dovessimo seguire il proverbio: "donne e buoi dei paesi tuoi" tu potresti essere una donna "compatibile" con le mie origini. Come vedi... al delirio della mia mente non c'è limite... è preoccupante?

* Pasticcino: devo dirti che, pur non avendolo ancora localizzato precisamente, sino ad oggi me la sono cavata benino
:-)))
Un abbraccio

* Alessandra: è sempre un piacere. :-)

MAURIZIO ha detto...

* Aglaia: secondo me non è localizzabile. Il piacere è qualcosa che nasce dal rapporto "a pelle" e da quello "di testa". Se vuoi organizziamo un Prozac party. Che ne dici?

* Maria Rosaria: faticoso? No, anche perchè ci sono tante varianti che possono "alleggerire" la fatica... è quello il bello.

* Enne: se il termine "grazie" si riferisce a una serie di "eventi" ricevuti miracolosamente, allora posso essere d'accordo. Ma se invece è un'espressione di gratitudine, non sono d'accordo. Non si ringrazia per qualcosa di bello che ci si "scambia".
La piccola per cancellare i ricordi non è ancora stata inventata, ma di questo passo riusciranno a "programmare" il nostro cervello, e allora basterà premere il tasto "delete".
Cmq, un prosecco fresco può servire a dare ai ricordi un'immagine meno "negativa".
Do you remember?
Bacio

* Nicole: l'ho letta. Grazie a te.

MAURIZIO ha detto...

* Kylie: Ecco, e se allora vogliono farci sentire anormali, noi dimostriamo il contrario. Non c'è modo migliore per demolire la menzogna: dimostrare con i fatti la sua natura.

* Nikka: grazie, e io son contento di farti sorridere. :-)

* Lella: di lumi ce ne dovrebbero dare tanti, e non solo la Gelmini. Ma già esserne consapevoli significa non essere ancora del tutto "anestetizzati".

* La Signora in Rosso: beh ma negli anni '70 non avevano inventato gli occhiali a raggi X per guardare attraverso i vestiti?
E li vendevano pure...

SussurroDiFata ha detto...

Santa pace...ma sei contorto assai...Ho dovuto rileggere due o tre volte...

...ed ovviamente...NON ho capito...

In questo periodo sto sensibilmente perdendo colpi...ciò mi preoccupa alquanto! ^_*

...mi preoccupa? ;o)

Maria Chiara ha detto...

...non ci avevo mica pensato chepotesse essere definito "socializzazione passiva"...!

Maria Chiara ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Nikita ha detto...

GRazie Maurizio e a tutti quelli che hanno commentato il mio "commento"...umilmente grazie per le tue parole. Anche tu sei un uomo speciale, perchè hai capito l'essenza di come sono. Niente falsità in quello che scrivo, anche se uso un nickname nel web, nella vita reale sono quello che scrivo.
...e vivo come penso...più che pensare coem vivere...baciotti a tutti.
Nikita

disordinedeimedici ha detto...

caro maurizio, prima di passare al blog ho pubblicato tre libri, uno sulla medicina penitenziaria, uno sulla guardia medica di frontiera ed infine uno riassuntivo dal titolo, appunto, disordinedeimedici. ho anche partecipato in qualità di ospite alla fiera del libro di roma, ma mi sono accorto che se non sei bruno vespa (tv, pubblicità,sponsor di policici ecc.), i tuoi libri non li legge nessuno. così almeno le mie storie viaggiano libere nell'etere e qualcuno se ne appropria gratuitamente. e molto meglio che lascirle morire in qualche scaffale di libreria.....ti saluto ciao

Samantha ha detto...

Arrivo dopo fiumi di parole e di..commenti. Ma non posso non partecipare alla conversazione..io sono Samantha per Baccooo!!
MA CHI C***O l'ha tirata fuori 'sta storia del punto G?! ..caro Maurizio,un consiglio? : butta via il prozac..penso che ci siano almeno un paio disimpatici modi x allentare la tensione,rilassarsi e fare movimento..
Nikita..SEI IL VERBO!! Ora mi faccio un copia e incolla e utilizzo il tuo verbo..mi concedi i diritti per divulgarlo? ; )
baci Sam.

ReAnto ha detto...

Questa è roba da viper -galline del mio blog
Ciao Maurizio , ti capisco!

MAURIZIO ha detto...

* SussurroDiFata: non ti devi preoccupare. Io di colpi ne perdo da parecchio... :-)

* Maria Chiara: nemmeno io ci avevo pensato. Mi è venuta al momento

* Nikita: grazie a te. Grazie per ciò che sei

* Disordinedeimedici: lo avevo intuito. Hai un modo di scrivere molto "accattivante". Complimenti.

* Samantha carissima, ti devo confidare una cosa: il Prozac non l'ho mai preso... ;-)

* Re-Anto: troppo buono