. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

martedì 29 luglio 2008

WARNING!!!! LOW FUEL....
.

Certo l'immagine di Homer Simpson non è che esprima tutta sta raffinatezza... ma rende bene l'idea della condizione psico-fisica di chi sta "TIRANDO" la corda.... e ha la sensazione che sta benedetta corda si stia sfilacciando e che stia per spezzarsi.... Ahhh ferie anelate, dove siete?
Ma bando ai lamenti, le ferie o il meritato riposo arrivano prima o poi... io ho ancora da penare più o meno 3 settimane piene.... dopo,SPERO, breve pausa... breve ma intensa....


Intanto, pensavo a quante volte molti di noi hanno pensato, anche solo per un istante, MOLLO TUTTO!!!! sparisco, vado via, addio direttore, addio colleghi, addio bollette, addio rate della macchina.... si riparte... pensieri che poi lasciano il tempo che trovano, perchè, in fin dei conti, tutti noi a parte lo sfogo di un momento di stress, alla fine ci rimbocchiamo le maniche e riprendiamo ad affrontare la vita quotidiana, che se poi fosse tutta sta calma e tranquillità, sai che monotonia!!!
Eppure, a quanto pare, ci sono persone che hanno avuto il coraggio di farlo; sull'argomento esiste un sito ad hoc. Se vi volete divertire e dare una sbirciatina klikkate sull'immagine sottostante:

14 commenti:

Elsa ha detto...

io ti ringrazio...
le tue parole sono state un dono.
Quando hai voglia di mare...sai dove sono...
Elsa

AnnaGi ha detto...

eh già... in questi ultimi giorni è il mio pensiero fisso e penso: il prox annochiedo un'aspettativa di due mesi, così mi godo l'estate... e poi... sto ancora qua a "trottare" a più non posso... ma sta per finire questa settimana e da domenica RELAX assoluto per tre week... ti pare poco?
Dai, resisti che le vacanze stanno per arrivare anche per te
:))

Maurizio ha detto...

Elsa: sono certo di passare ancora dalle parti del tuo mare.... grazie di essere qui...

annagi: io non credo di poter chiedere due mesi d'aspettativa.... ma sicuramente non vedo l'ora che passino queste 3settimane. Goditi il tuo meritato riposo...
Un abbraccio

Elsa ha detto...

l'ultimo post...è una dedica a chi sa aprezzare la sincerità...
Ti aspetto.
elsa

Maria Chiara ha detto...

non sei il solo, con la corda sfilacciata e x di più attorno al collo... siamo in una caterva (marea in genovese...) nelle stesse condizioni...
Forza e coraggio, RESISTERE RESISTERE RESISTERE!!!!

happyclown ha detto...

ciao maurizio ,grazie delle belle parole sul mio blgo...la speranza hai ragione, esiste...c'è esiamo noi che ancora crediamo in un mondo migliore.
Mollare? io lo farei domattina perchè soprattuto dove lavoro io, c'è coi tanta cattiveria e flasità che a volte credo di non farcela a resistere...ma cmq in attesa di qalcosa di migliore vado avanti e combatto nel mio piccol o per migliorare le cose...un caro saluto
happyclown ( mariella)

Elsa ha detto...

le profondità spesso riesco a farle emergere...altre volte...si inabissano e li rimangono in attesa di me.
Ti ringrazio
Elsa

ps la tua musica sul blog me gusta!

Elsa ha detto...

pss mi sono soffermata più di un istante sui versi in cui la parola "mare" ...
è dolcissima.

sara ha detto...

interessante questo sito...
anche a me è venuta l'idea di mollare tutto. a dire il vero una volta, per circa un anno, l'ho fatto, ma poi sono tornata per gli affetti che avevo lasciato qui.

un domanda:
quei versi sotto il nome del tuo blog, sono le strofe della canzone di Grignani Falco a metà, vero?

Buona giornata

Maurizio ha detto...

* Elsa: la profondità del tuo mare va scoperta...
Ti abbraccio

* Maria Chiara: non amo lamentarmi, ma sto davvero contando i giorni...
Un caro saluto

* Mariella (happyclown): penso che ci accomunino diverse cose... e questo per molti versi ci fa sentire meno soli e più motivati... non pensi?
Un abbraccio grande

* Sara: si i versi del titolo sono di Grignani... com'è mollare tutto? Hai rimpianti?
Un abbraccio

sara ha detto...

Ciao Maurizio,

bhè un rimpianto ce l'ho, probabilmente se fossi rimasta in quel posto qualche mese in più la mia vita sarebbe cambiata. Ma a volte si è travolti dagli eventi e dalla realtà...e certe strade sono obbligate!

Cmq una bella esperienza in un altro paese la consiglio a tutti, per le persone che si incontrano e per un arricchimento personale.

Maurizio ha detto...

* Sara: e chi non ha rimpianti
:-) ?...... magari alcuni non rimpiangono un luogo ma una situazione... facciamo delle scelte che in un momento ci sembrano "sofferte", rimpiangiamo di non aver fatto una scelta differente, ma poi, col tempo, ci rendiamo conto che, in fin dei conti, la nostra scelta era la migliore che potevamo fare in quel particolare momento...
Qualcuno dice "meglio vivere di rimorsi che di rimpianti"... io invece preferisco pensare che anche dietro ad un rimpianto, ci possa essere una "motivazione" di cui avremo coscienza solo in seguito....
Sono daccordo con te quando dici che viaggaire ti arricchisce... ti permette di guardare al di là dei tuoi confini, e non solo quelli fisici...
A presto

sara ha detto...

la tua saggezza mi trasmette molta serenità.

Si credo acnh'io che la mia sia stata la scelta più giusta, solo che a volte sento una vocina che mi dice che dovrei osare di più e un'altra, che fin'ora ha sempre avuto il sopravvento, che dice di restare coi piedi per terra: questa vocina ormai mi sta stretta.
questione di equilibrio, anche qui.

Scusa se in questo periodo non ti rispondo subito, ma fse cambierò lavoro e quindi la mia testolina se la sta vedendo con parecchi dubbi, soprattutto da qdo ho saputo che l'ambiente di lavoro nuovo che mi dovrebbe accogliere è come entrare in una fossa di leoni affamati...non che mi stupisca, il mondo del lavoro è molto affollato di squali...
Avrò anche pochissimo tempo per scrivere sul blog e me ne dispiace..

ora ti lascio,
buona giornata!

Maurizio ha detto...

*Sara: anche a me fa paura la "novità", in generale, ma penso che questo accada un pò a tutti. Fai bene ad "osare", ma io personalmente cerco di ascoltare quella vocina che spesso è ben nascosta dentro di me, ma che sgomita per venire fuori, a tutti i costi... molti la chiamano "coscienza", ma comunque la si voglia chiamare, penso che se ti fermi ad ascoltarla, in silenzio, alla fine la senti, la riconosci, e non puoi proprio fare a meno di ascoltarla... Credo fermamente che se riusciamo a essere noi stessi fino in fondo, in qualsiasi situazione, anche penando, ne usciremo "vincitori" o, quantomeno, in pace con noi stessi; mi dico spesso: fai tutto ciò che è nelle tue possibilità, e non ti "dimenare" per ciò che non dipende da te... il resto verrà...

Un abbraccio