. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

lunedì 12 ottobre 2009

FUMO E SALSEDINE


…. C'è vento e profumo di pioggia.... è una serata strana…. si respira aria di am arcord….. sicuramente non è così per tutti…. per me si…. ma ho la sensazione che questo istante mi accomuni al mondo intero….
Mi accendo una sigaretta e mi avvio lentamente, passo dopo passo…. ci vogliono circa 10 minuti a piedi…. i passi lenti e le boccate di fumo mi stanno portando al mio “posto”, quell’angolo che mi riconcilia con il mondo e con me stesso…. l’incontro di dimensioni parallele, che si fermano là…. di fronte al mare, che di notte è ancora più bello….
Resterò lì per un po’…. a sentire il vento sulla faccia…. un pò tagliente e un pò delicato…. come una bella donna…. il mare può tradire…. come una bella donna…. può portare la tua mente oltre l’orizzonte…. come una bella donna…. calmo e rassicurante ora…. cupo e in tempesta dopo pochi istanti….
Eppure non riesco a privarmi di questo posto…. del mio mare….
Ancora una boccata….. di salsedine e tabacco…. chiudo gli occhi…. tutto scorre ancora…. il mare restituisce sempre le cose migliori…. anche dopo un naufragio….
Questo è il mio posto…. quello al quale ritornerò sempre….

20 commenti:

Bruno ha detto...

Ciao Maurizio
non ci crederai ma ho scritto un testo di una canzone che stiamo musicando che si intitola (provvisoriamente) Il mio posto.... incredibile e parlo delle stesse sensazioni solo che il mio posto si trova a 3200metri.... incredibile

Maria Chiara ha detto...

mi sembrava di vedere quando leggevo. sei tornato, più in forma che mai.

lella ha detto...

adesso ti riconosco,riconosco il tuo stile,le belle sensazioni ke sai passare attraverso i tuoi post.
Sensazioni ke condivido:ank'io adoro il mare e quelle bellissime sensazioni ke solo lui sa darmi.Ma sono molto distante e posso solo sognare di sedermi sulla riva ad ammirarlo,con una sigaretta in mano,come te :-)
Lella

MAURIZIO ha detto...

* Bruno: siamo tutti là alla fine... diversi ma simili... almeno chi ha voglia di dirselo e raccontarsi... si ritrova sempre... simile a molti altri...
Un abbraccio

* Maria Chiara: grazie per avermi letto

* Lella: quello "spaccato" di mare... quello in particolare... è davvero il mio rifugio...

Alessandra ha detto...

ognuno ha il SUO posto sì! dove rifugiarsi con i suoi pensieri. Il mio è un po' distante e difficile da raggiungere quotidianamente. Così succede che a volte faccio finta di esserci, ma sento la mancanza dei passi che le mie scarpe fanno attraversando quelle strade, qui campi e così finisce che mi intristisco.

OT...in merito al tuo commento: non è facile ma ci si prova. Se non avessi questi tentativi quotidiani di amare mi sentirei persa del tutto.

ciao
Ale

maria rosaria ha detto...

peccato che il mio mare sia lontano da me. a volte ci penso a distanza e riesce lo stesso a darmi grande senso di rilassatezza. ritengo che il mare abbia una potenza razionalmente stordente.
bacio

Vania e Paolo ha detto...

Ciao Maurizio
bello il tuo racconto...sai..anch'io ho un "mare" che mi rende serena,
alle volte no...:(
ma devo sorridere...copiandoti e dicendo...
è come un bell'uomo...:)
ha volte tradisce..ma...
spero che ...come hai detto Tu...restituisca sempre le cose migliori...e non mi tradisca mai.
Tutti abbiamo bisogno del "mare"...per scrollarci di dosso...
le amarezze...ma anche per condividere le felicità.
A presto Vania

Pippi ha detto...

Maurizio eccome se mi ricordo di te!!! belle parole come sempre !
;-) bravo!
Pippi

Angelo azzurro ha detto...

Non ti ho ancora dato il saluto del bentornato. E' un piacere rileggere i tuoi post: sanno trasmettere emozioni.
Il mare è fonte d'attrazione per molti di noi perciò è facile idenificarsi in quello che hai scritto. A me piace goderlo quando la folla dei turisti se n'è andata. Da quel momento in poi, lo sento quasi esclusivamente mio ed il suo mormorare diventa colonna sonora dei miei pensieri...

chicchina ha detto...

A ciascuno il suo posto,giusto,Maurizio.Che sia il mare,un angolo del giardino,o della mente,basta poterci rifuggiare,assaporare il sapore della salsedine o l'odore di fresca terra,stringere fra le mani il vento o riempire gli occhi di colori o di lacrime.Tutto,pur di ricominciare,subito dopo,a camminare,a programmare,a vivere.Ciao.felicissima di averti reincontrato.

Elsa ha detto...

... mi sembrava di essere li...
un caro saluto.
Elsa

MAURIZIO ha detto...

* Alessandra: il "proprio" posto è quello che ci portiamo dentro... e ci aiuta a ritrovarci sempre, quando abbiamo bisogno di certezze. Quando poi lo ritroviamo anche fisicamente è davvero l'incontro di dimensioni parallele.
Un abbraccio

* maria rosaria: non c'è altro posto, su qualsiasi altro mare, in cui mi rifugerei....

* Vania: ciascuno si aspetta qualcosa dall'altro. Forse dovremmo imparare a non aspettarci nulla... ma è davvero questa la soluzione?

* Pippi: meno male... :-)
Un bacione

* Angelo Azzurro: grazie del "bentornato". E grazie per aver condiviso un piccolo pezzo del "tuo" mare...

* Chiccina: si, il ritorno al "proprio" posto... è il punto di "ripartenza"... sempre
Felice di averti riletta :-)

* Elsa: fors eperchè anche tu hai un "mare" in cui rifugiarti?

la signora in rosso ha detto...

anch'io ho un mio posto, in riva alla laguna....dove la mente si libera e si ricarica per affrontare nuove cose.

DIANA B ha detto...

Ciao Maurizio, quante sensazioni puo' darci il mare. A me piace in inverno, quando non c'è alcuno, perchè mi fa venire la voglia di starmene seduta sulla rena, fino a che il tramonto non incendia tutto. Quando profumo di salsedine, solo allora, mi alzo e torno a casa.... in compagnia dei miei pensieri..che il chiacchierio delle onde ha reso fluidi.
"...Ed è qualcosa da cui
non puoi scappare...il mare...
Ma soprattutto il mare chiama,
mom smette mai, ti entra dentro,
ce l'hai addosso, è te che vuole.
Puoi anche far finta di niente,
ma non serve.
Continuerà a chiamarti.
Senza spiegare nulla,
senza dirti dove.
ci sarà sempre un mare,
che ti chiamerà.." (A:Baricco)

Buon fine settimana. Bruna

Vania e Paolo ha detto...

Caro Maurizio..ti ho letto...difficile domanda...
non sò rispondere...ma.. forse quando si vuole qualcosa ci si deve incontrare a metà strada ...sempre...per quanto dura sia...e ci deve essere da entrambe le parti la disponibilità a confrontarsi/comprendersi...e poi scegliere la soluzione più corretta. Io comunque...ho capito... forse sbaglio...che nella vita non ci si può aspettare nulla da nessuno... dò quello che posso... poi...solo sperare...altrimenti si avranno grosse delusioni...e io sono una persona che deve/voglio essere serena... è nella mia indole:)
Buona domenica. Vania

MAURIZIO ha detto...

* la signora in rosso: si ricomincia ogni giorno... alla fine è così...

* Diana B: grazie, versi bellissimi...

* Vania: spesso nelle persone che incontriamo vogliamo vedere solo ciò che ci fa comodo... e non accettiamo ciò che non vogliamo. Mai "imporre" un sentimento... il sentimento nasce e si modella su ciascuno di noi, non possiamo pretendere di "plasmarlo" noi sulle persone... la serenità viene col tempo... il tempo che ci lavora, come argilla... spesso come legno sotto il tocco dello scalpello...
Ciao

Anna Righeblu ha detto...

E' una fortuna avere il "proprio" mare, e così vicino.
Ciao, buona serata

MAURIZIO ha detto...

* Anna: si, è una gran fortuna. Io ci sono nato, e sarebbe difficile starne lontano.
Ciao

sensidiviaggio ha detto...

anche se il mare non l'ho vicino, mi riconosco totalmente in questo post.

ciao e buon we!

MAURIZIO ha detto...

* Sara: allora è feeling!!!
:-)