. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

venerdì 8 agosto 2008

CARO MONDO, NON MI AVRAI....
.

Caro mondo, mi dispiace per te, ma non mi arrendo, anzi, sai che ti dico? Che più mi renderai la vita difficile, più mi incazzerò, e più mi incazzerò, più vorrò raggiungere i miei obiettivi, e tu, caro mondo, non potrai impedirmelo, perché ci metterò tutto me stesso, anche se mi vedrai piegato in due, non ti aspettare di vedermi sconfitto, perché mi rialzerò… e allora vedrai nei miei occhi tutta la rabbia e la determinazione che tu stesso mi hai insegnato, e sarai tu ad aver paura…. Paura di ciò che hai creato….

17 commenti:

Maria Chiara ha detto...

...determinato, eh?????
:-)

nonsoloattimi ha detto...

Ciao Maurizio, questo è lo spirito giusto per affrontare la vita che ci infliggerà si i suoi colpi ma dai quali dovremmo imparare a trarne solo forza... rialzarsi non è facile, certo, anzi penso che si debba ragionavolmente vivere con un dolore perchè solo vivendolo fino in fondo lo accettiamo e lo superiamo...
Augurare a qualcuno che possa avere una vita solo felice e senza ostacoli è impossibile... ma io posso augurarti di rialzarti sempre... perchè ogni volta che lo farai sarai sempre un po più forte...
un abbraccio
Claudia

Maurizio ha detto...

* Maria Chiara: si, quando mi sento ingiustamente "punito" dagli eventi e dalle persone, reagisco così.... è uno dei miei limiti.
Buona domenica :-)

* Claudia: si, ciascuno di noi cade, e ci sono momenti che avrebbe voglia di restare la, e non reagire; io sto attraversando uno di quei momenti in cui, invece, non voglio più abbassare la testa, voglio guardare negli occhi "il mondo" e reclamare le mie ragioni... sei molto dolce, grazie
Un abbraccio a te

nonsoloattimi ha detto...

il tuo post mi fa molto riflettere... io per ora voglio solo guardare, non sono pronta a rialzarmi...
Non vengo qui solo a leggerti... le parole che i miei occhi percepiscono mi arrivano dritte al cuore... le vivo, le elaboro, le faccio mie, le confronto, la acccetto o le rifiuto ma il loro "passaggio" lascia comunque una traccia...

Elsa ha detto...

bel post..
da me che non ci arrivo mai.
ma come dici tu...un giorno qualcuno avrà paura di ciò che ha creato.
un saluto:)

Maurizio ha detto...

* Claudia: è la cosa più bella che ci si può sentir dire, in risposta al tentativo di "raccontarsi" su un diario virtuale o reale che sia...
Un abbraccio

* Elsa: per ciascuno arriva sempre il momento di lottare, le regole vorrebbero che chi intraprende qualsiasi confronto, lo faccia mostrando e mettendo sul campo le proprie armi, molta gente, invece, lotta alle spalle degli altri...oppure, se ne ha il potere, non si crea il minimo scrupolo nel "prevaricare" gli altri, cambiando ed "adattando" le regole del gioco a proprio favore; sono certo, però, che questa gente, prima o poi, si troverà di fronte ad uno specchio che rifletterà le conseguenze del proprio egoismo e della propria codardia....
Son contento di rileggerti,
un abbraccio

Elsa ha detto...

Grazie...ne sento l'aroma...
ps Riesci a sentire l'aria salmastra...riesci a sentire in lontananza qualcuno che parla...perle portate dal vento, le parole e il loro suono.
Grazie sul serio...terrò stretto un petalo.

Mikim ha detto...

grande maurizio!!! complimenti per la grinta... se puoi trasferiscine un po' anche a noi che ti leggiamo :D

Maurizio ha detto...

Cara mikim, a volte la "rabbia" si maschera da "grinta", ma ciò che mi ripeto sempre è: meglio incazzati che depressi.... :D

Un abbraccio grande

Emi ha detto...

la determinazione è fondamentale per andare avanti nella vita...nonostante tutto quello che ci può succedere...anche quando sembra che il mondo ci casci addosso e che tutto sia ocntro di noi.
io vorrei invece togliere la rabbia che ho e che non penso che porti a qualcosa di buono...
quindi determinazione sì, ma vissuta serenamente.
ciao da emi

Maurizio ha detto...

* Emi: la rabbia a volte è la molla che ti spinge al cambiamneto, ma questa non è la regola, e, comunque, resta il "mio" pensiero. Quando parlo di rabbia, non mi riferisco ad un sentimento "distruttivo" e finalizzato al "male" per se stessi e gli altri... questo sentimento può, in alcuni casi, "scuoterti" da un "sopore" nel quale spesso ci si chiude, anche per non soffrire, che non ti fa vedere fino in fondo la realtà delle cose... la rabbia non deve mai accecare... tutto deve cooperare a condurci a quell'equilibrio a cui ciascuno di noi aspira... il cammino è lungo, ma l'importante è non arrendersi...

A presto :)

Emi ha detto...

@maurizio: devo eliminare la rabbia distruttiva e tenere quella positiva e che mantiene l'equilibrio con me stessa e con gli altri... ok ci provo...come dici tu il cammino è lungo...ma io non mi arrendo mai.
a presto e grazie

Maurizio ha detto...

* emi: benvenuta nella dimensione dei "sani testardi" :-)....
Un abbraccio

Marco Ranno ha detto...

Dovremmo ripeterci questa motivazione ogni mattina, quando tutto sembra volerci crollare addosso. E quando siamo ad un passo dal vincere e molliamo...
Grazie Maurizio per la determinazione che mi hai trasmesso!

P.s. Ti ho aggiunto con piacere ai miei link preferiti

Maurizio ha detto...

Ti aggiungo volentieri anch'io ai miei link.. in gamba Marco

Emi ha detto...

che bello essere nel club dei "sani testardi"...:)
grazie per avermi accolto...ricambio l'abbraccio.

Anonimo ha detto...

Troppo spesso la vita non e' quella che ci saremmo aspettati. Che fare allora, se non incazzarsi e prenderlo a testate?
Lo faccio oramai da due anni, da quando qualcosa ha cambiato la mia vita. Non vincera' lui, cosi come non vincera' per te. La rabbia da' na forza inaudita ed e' la sola cosa che ci permette di alzarci la mattina, un sospiro, poi un ruggito una zampata al mondo e comincia un nuovo giorno.
E' bello sapere che esistono altri mannari come me.

Lisa