. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

lunedì 7 dicembre 2009

LA MIA NOTTE

.


Il precedente post l’avevo buttato giù, come spesso accade, come un disegno "senza filtri", che passa direttamente dalla mente al foglio virtuale....
Ma leggerlo mi faceva male, e così l’ho cancellato. Ma non è escluso che lo riposterò, più in là.

La notte, una tazza di caffè… una sigaretta… la musica in sottofondo.... note che si inseguono, mi avvolgono in un abbraccio....
Una tastiera.... fogli sparsi, la luce del mio lume che rende il fumo denso e vivo....
Ho mille righe e parole da scrivere.... sembrano vuote.... il mio lavoro....
Si fanno spazio i pensieri, i ricordi.... la notte è fatta per farsi male e coccolarsi un pò....
Vorrei riuscire a raccontare, vorrei riuscire a “sentire” ogni passo del mio racconto.... sempre....
Forse un giorno riuscirò a finirlo il mio “libro”, ma anche se così non fosse, lo avrei già scritto, comunque, dentro me....
Quanta vita ho vissuto?
A volte mi sembra nulla.... ma qualcuno mi fa “guardare”.... non è poco....
Non fermerò le mani, non fermerò la mente, non fermerò il cuore....

22 commenti:

Maria Chiara ha detto...

...mi ero persa il post che hai cancellato. Peccato!
Un saluto

Angelo azzurro ha detto...

Capisco bene le sensazioni che descrivi...a volte succede che avresti mille cose da dire ma faticano ad uscire. Forse non è il momento giusto, forse i pensieri hanno bisogno d'essere filtrati da emozioni passeggere, chissà...
Lasciamo che mente e cuore diano le risposte

Alessandra ha detto...

succede anche a me ...
capita quando in solitudine accendo il portatile e mi trovo davanti un bel foglio bianco. Mille pensieri si accavallano. Sembra scontato ma, seppur doloroso, non fermare il cuore!
Un abbraccio caro Maurizio.
Alessandra

Manolita ha detto...

Post che fà male.

"La notte è fatta per farsi male".... anche il giorno quando la solitudine è una presenza concreta!

Mi piace il tuo ....non fermarti....

Cmq ho la spiegazione del perchè non "vedevo" il post!!

Abrazos............

Manolita ha detto...

Ps: Dottore...... tu fumi?
Uhmm.............

Baol ha detto...

Una birra con un amico no? Eh Doc? ;)

lella ha detto...

e no........adesso mi sorge la curiosità:voglio vedere il post cancellato.
La notte può essere triste,ma può anche portare meravigliosi consigli che ci fanno apparire la vita + bella di quanto noi possiamo immaginare.
Lasciati trascinare dal silenzio e pensa positivo:la vita ha ancora tanto da darci
un bacione
Lella

lasettimaonda ha detto...

Notte o giorno che sia, è la solitudine che ci fà pensare, rimuginare, scavare fino in fondo, nel silenzio. Talvolta ne esce qualcosa di buono, talvolta ci si fà un pò male, ma non fermiamoci mai....benedetta è la capacità di guardare nella nostra anima, è l'ossigeno che ci permette di andare avanti. Bene.
Un saluto!Syl

stella ha detto...

Andare sempre avanti...
Ciao Maurizio.

Vania e Paolo ha detto...

...quante emozioni...sensazioni...
nulla è vuoto/nullo se c'è cuore e mente.
Ciao e buona notte.:)
Vania

Bruno (di testa e di cuore) ha detto...

la sensazione di vuoto coglie anche me, spesso, quando scrivo, perchè credo sia difficile, se non impossibile, trasmettere tutto, attraverso una tastiera. Vorremmo essere sempre utili, sempre noi stessi, vorremmo dare il meglio di ciò che abbiamo, ridere, allietare, ma a volte si cerca aiuto, che poi è un semplice contatto, e io leggo questo bisogno dalle tue parole. Mi unisco alla birretta che ti ha proposto Baol, solo che dovrei farmi circa 700 km, credo... Buon tutto, Maurizio! A presto.

la stanza in fondo agli occhi ha detto...

A volte il silenzio che abbiamo dentro urla, latra, geme, ma non ci sono aprole da mettere nero su bianco. Forse a volte basta vivere

MAURIZIO ha detto...

* Maria Chiara: lo posterò sicuramente... in un altro momento.
Un abbraccio

* Angelo Azzurro: si, mente e cuore possono viaggiare insieme e dare le risposte giuste...

* Alessandra: non lo fermerò, anche perchè, alla fine sarebbe difficile sopravvivere... almeno i ricordi vaghi di anatomia mi dicono così... :-)
Un abbraccio

* Manolita: anche a me piace non fermarmi, anche se spesso fa male. Ma fa parte del gioco, no?
Un bacio

MAURIZIO ha detto...

* Baol: una birra con un amico ci sta sempre bene. Io aspetto ancora il famoso caffè comunque ;-)

* Lella: la curiosità è donna... e tu... altrettanto. :-)
Anche se mi lascio "trasportare" dalla "dolce" malinconia, soprattutto di notte... riprendo sempre la giusta dose di ottimismo... viene fuori con il sole, ogni mattina. :-)
Un abbraccio

* La settimaonda: si, "guardare" e "fermarsi" a farlo, sapendo anche andare "oltre", è indispensabile. La solitudine non è sempre "negativa", per me non lo è mai stata... :-)

* Stella: sempre... ad maiora...

MAURIZIO ha detto...

* Vania: lo sai, un sentimento "vuoto" è un sentimento inutile. Non importa la "forma" del sentimento, ma ciò che rappresenta per noi.

* Bruno: le tue parole parlano per te... ti fai leggere a chiare lettere. E penso di non sbagliarmi. Sarebbe un piacere approfittare di una "birra" assieme a te. :-)

* La stanza in fondo agli occhi: non potrei privarmi del mio silenzio. Almeno quanto non potrei privarmi di ogni parola detta, scritta o vissuta.

Baol ha detto...

Era per quello, dimmi quando, tanto sono a casa ormai

Antonella ha detto...

Dirò un po una cazzata. La vita vissuta non c'è più. Questa è l'unica certezza. e come diceva la poetessa appena scomparsa Ada Merini, il passato non esiste. Se fa soffrire è un impegno scrollarlo dalle spalle come immagine veramente inutile. La vita va gustata nell'attimo presente. E' un esercizio che dobbiamo imparare. Per noi stessi. Lo dico, ma faccio fatica . Ci si deve provare.

Vania e Paolo ha detto...

Ho appena letto il commento di Antonella...vorrei se possibile dire una mia opinione...credo che Noi...siamo la storia passata...il passato...può essere stato sbagliato...ma esiste...non potremmo essere oggi il nostro "attimo presente"... se non ci voltiamo a guardare la vita vissuta...traendone...il bene e il male che abbiamo "fatto".
Il passato è una "fortuna"...ci fà vivere il presente alla grande...se una persona sà usare bene la testa e il cuore.
Scusatemi se ho commentato...ne sentivo il bisogno.
Grazie e scusate ancora. Vania

Vania e Paolo ha detto...

Dimenticavo..comunque...dice bene Antonella..."và gustata nell'attimo presente". Vania

MAURIZIO ha detto...

* Baol: allora ci aggiorniamo per mail

* Antonella: a volte il passato vorremmo solo dimenticarlo... ma credo che sia sempre lì, pronto a ritornare a galla... tanto vale cercare di farne tesoro per il presente e per il futuro...

* Vania: non ti scusare... è un piacere, sempre, leggerti.

Baol ha detto...

Sure!

Anonimo ha detto...

non è per ripetere ciò che qualcuno ha già detto....ma è davvero un piacere leggerti...........